sabato 1 giugno 2024

La 70° conferenza globalista del Bilderberg 2024

La 70° conferenza globalista del Bilderberg 2024 si sta attualmente svolgendo da giovedì 30 maggio a domenica 2 giugno a Madrid, in Spagna.
Dal 1954, circa 130 personalità influenti della politica, dell'esercito, dei servizi segreti, dell'economia, della scienza, dei media, del mondo accademico e della nobiltà provenienti dall'Europa e dagli Stati Uniti si sono riunite ogni anno per discutere i temi dell’agenda 2030 da portare avanti per sottomettere i popoli.


Come sempre, è stato invitato un gruppo eterogeneo di leader politici ed esperti dell'industria, della finanza, del mondo accademico, del lavoro e dei media. L'elenco dei partecipanti è disponibile su Participants (bilderbergmeetings.org)

I principali argomenti di discussione di quest'anno sono: stato dell'IA, sicurezza dell'IA, nuovi volti della biologia, clima, futuro della guerra, panorama geopolitico, sfide economiche dell'Europa, sfide economiche degli Stati Uniti, panorama politico degli Stati Uniti, Ucraina e mondo, Medio Oriente, Cina e Russia
Le riunioni si svolgono secondo la Chatham House Rule, che stabilisce che i partecipanti sono liberi di utilizzare le informazioni ricevute, ma non possono essere rivelate né l'identità né l'affiliazione dell'oratore o di qualsiasi altro partecipante.

Questo gruppo di eletti nei fatti continueranno a portare avanti le scelte in atto anzi cercheranno di accelerare i processi dei loro programmi per mantenere in attivo i loro profitti finanziari preoccupandosi di apportare quegli aggiustamenti di programma voluti dalle oligarchie globaliste poiché hanno il fiato alla gola.
 

Le scelte ideologiche della classe dominante in USA e in Europa sono un complesso di idee che affondano le proprie radici nel malthusianesimo e nel positivismo anglosassone del XIX secolo e che hanno plasmato e orientato, il Club di Roma (1968), il World Economic Forum (1971), il Club Bilderberg(1954) e altre centrali (come il club di Madrid e altri gruppi a loro connessi), in una fitta rete ed hanno avviato lo stesso sistema economico su una strada che è intrinsecamente anti-industriale e in ultima istanza, anti-economica e disumana.

Digitalizzazione, finanziarizzazione dell’economia e sviluppo del “Green”, in tutte le sue più estreme e ideologiche declinazioni, temi di punta di tutti i programmi dell’anglosfera, dall’Agenda 2030, al Great Reset o “Quarta Rivoluzione Industriale” degli scritti di K. Schwab, sono le linee su cui USA e UE,  compreso anche il Giappone, e la Corea del Sud, hanno sviluppato gli investimenti, che di fatto impediscono un rientro degli ultimi capitali disponibili verso l’economia reale o economia fisica.

 


 In sintesi le riunioni esclusive che sono fatte a Davos, gli incontri del Bilderberg , dell' Aspen e altre associazioni dello stesso tenore ove vengono decise le sorti politiche ed economiche delle Nazioni sono incontri ove ciò che viene deciso lì diventa l'agenda da eseguire per i governi. Sono organi sovranazionali e le decisioni vengono comunicate solo a chi le deve eseguire non c'è alcuna trasparenza e pubblicità degli atti. A questo punto i parlamenti cosa ci stanno a fare? Il grave è proprio questo e ne vediamo gli effetti negativi.

Questo incontro esclusivo, che si caratterizza per la segretezza intorno al contenuto degli interventi, quest'anno vede la partecipazione di importanti leader internazionali come il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel; Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. Secondo fonti dell'organizzazione, la partecipazione del primo ministro dell'Estonia, Kaja Kallas; il commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni, e il ministro degli Esteri spagnolo, José Manuel Albares.
L’idea degli organizzatori sembra essere quella di voler allineare le agende dei Paesi europei in particolare per quel che riguarda il conflitto con la Russia.


Anche nell’edizione del 2023 si era registrata un’importante presenza militare, con i principali vertici della NATO, tra cui Jens Stoltenberg. La Conferenza del Bilderberg sembra poi aver assunto un ruolo di “agenzia di promozione internazionale”, perché spesso coloro che partecipano fanno poi grandi scatti di carriera. Ne sa qualcosa Radoslaw Sirkoski, che qualche mese dopo aver partecipato al Bilderberg 2023 è diventato Ministro degli esteri polacco.

La parola democrazia viene sbandierata continuamente da questi poteri per mascherare le loro vere intenzioni di totalitarismo globale sulla vita delle persone.


 

Nessun commento:

Posta un commento